/

UTILIZZO:TRAIL/ENDURO/DH MOTORE:250/500W BATTERIA:450/600Wh  COLORE:CUSTOM TAGLIE:S/M/L

 Power & Custom Ebikes

CONFIGURA  la tua AUDAX e completa la procedura di acquisto, ti ricontatteremo per definire il colore della tua bici.

Scrivi all’indirizzo mail info@scaglionibikes.com per qualsiasi richiesta di personalizzazione. 

Alcuni esempi:

  • Possibilità di acquistare solo telaio + sistema e-bike + ammortizzatore 
  • Componentistica custom 
  • Colore personalizzato, sempre
  • grafiche custom 
  • Preparazione bici da competizione

IL PROGETTO AUDAX

L’ obiettivo è sempre stato chiaro: realizzare una mountain bike elettrica sportiva, top performance, estremamente personalizzabile, con un design unico che renda onore alla grande scuola italiana del telaio a traliccio. AUDAX dal latino audace. La volevamo così, aggressiva, elegante, minimal, un corpo sinuoso animato da chi la pedala. La AUDAX è stata progettata per lo più mediante collaborazione da remoto, il cosìdetto “smart working”, da un team di lavoro che ha coinvolto professionisti di Pavia, Milano e Bologna. Ma il design da solo non basta, i telai bisogna saperli costruire e a Bologna, nella Motor Valley, si mangia pane e traliccio da 4 generazioni. Abbiamo collaborato con gli artigiani bolognesi fin dalle prime fasi della progettazione, riuscendo così a coordinare la mente e le mani, alimentandole con un unico battito di cuore. Grazie all’esperienza acquisita ora costruiamo nel pavese, dove questo tipo di know non c’è mai stato e siamo molto orgogliosi di questo.

L’approccio al progetto è stato di tipo olistico ma con un focus preciso: il telaio, Il cuore del nostro lavoro. Abbiamo dedicato la massima attenzione ad ogni cosa, il dimensionamento, il bilanciamento delle masse, la scelta dei materiali e dei componenti, il linguaggio estetico. Realizziamo telai artigianali in alluminio 7020, più robusto e rigido del tradizionale 6061, saldati e verniciati a mano. Il bilancere e la viteria sono in Ergal anodizzato nero, assi ruota standard boost, batteria integrata, passaggi cavi interni.

Il traliccio irrigidisce l’anteriore aumentando la precisione di guida e la resistenza del telaio alle sollecitazioni. La doppia curva del tubo superiore consente di mantenere comodamente la posizione di standover.

Il tubo piantone si piega per lasciare che l’ammortizzatore abbia la giusta inclinazione in modo da ottenere la progressione desiderata e si ricongiunge al telaio orientando gli sforzi verso il movimento centrale.

Lo schema della sospensione posteriore è il celeberrimo quadrilatero articolato giunto Horst. La posizione dei pivot e tutti i componenti della sospensione sono stati progettati da zero al fine di ottenere la perfetta integrazione col triangolo anteriore, un carro molto robusto, grande progressività, ridottissima dispersione di energia durante la pedalata, ottimi valori di anti squat e anti rise, kick back ridottissimo, ottima risposta della sospensione in frenata. Per gli ammortizzatori abbiamo scelto lo standard metrico (standard mount) che grazie al suo generoso rapporto interasse / corsa consente all’ammortizzatore di lavorare in maniera ottimale prevenendo l’eccessivo surriscaldamento.